Asset Banca

Asset Equity Biotech

Il nuovo fondo di Asset Banca che investe sulle biotecnologie

Che cos'è Asset Equity Biotech?
Asset Equity Biotech è un fondo di investimento su titoli Azionari del Settore Biotecnologia.
Il Fondo presenta una specializzazione settoriale nel comparto biotecnologico; il principale investimento è effettuato in titoli azionari del settore biotecnologico internazionale quotati su mercati regolamentati riconosciuti, regolarmente funzionanti ed aperti al pubblico, nonché ETF la cui politica di investimento sia coerente con quella del Fondo. Il Fondo può investire, in maniera contenuta, in Fondi (anche collegati), certificates ed altri strumenti analoghi, la cui politica di investimento sia coerente con quella del Fondo. Gli strumenti finanziari in portafoglio possono essere denominati sia nella divisa di riferimento del Fondo, sia in altre divise (in particolare USD) in dipendenza dei mercati sui quali sono quotati gli strumenti oggetto di investimento. E’ consentito l’investimento in depositi bancari e strumenti di mercato monetario in misura residuale o contenuta. Il Fondo può investire in misura residuale in prodotti strutturati il cui rendimento sia legato ad indici, strumenti o panieri di strumenti coerenti con la politica di investimento del Fondo. Resta precluso l’investimento in strumenti di natura obbligazionaria ordinaria. La SG si riserva la facoltà di ricorrere all’impiego di tecniche e strumenti finanziari derivati, nel rispetto della vigente normativa, ed unicamente per finalità di copertura dei rischi (con particolare riguardo a quello di cambio) e di efficiente gestione del portafoglio. Al fine di cogliere le opportunità derivanti da progetti particolarmente innovativi in ambito biotecnologico, il Fondo si riserva la possibilità di investire parte dei suoi attivi, in misura residuale, in strumenti finanziari non quotati, nonché in private equity. Gli investimenti effettuati dal Fondo privilegiano tuttavia attività finanziarie contraddistinte da un elevato grado di liquidabilità.

Come investire in Asset Equity Biotech?
Distributore unico dei Fondo Asset Dynamic e Asset Equity Biotech è Asset Banca S.p.A. con sede Legale in Dogana via 3 Settembre 210. Le richieste di sottoscrizione dovranno essere rivolte alla rete degli sportelli di Asset Banca S.p.A., ove il personale addetto consegnerà il Regolamento e Prospetto Informativo del Fondo (e potrà) risponderà a tutte le richieste di informazioni.

La fiscalità dei fondi di investimento di Asset SG
I Fondi comuni di investimento sono soggetti alle leggi ed ai regolamenti fiscali della Repubblica di San Marino. A seconda del Paese di residenza, ciò potrebbe avere un impatto sulla posizione fiscale personale del sottoscrittore. Con riferimento alla Legge 15 gennaio 2007, n° 4 i Fondi comuni di investimento di diritto sammarinese di cui all’articolo 1, lettera p) della Legge 17 novembre 2005,n°165, non sono soggetti alle imposte sui redditi, salvo quanto previsto dall’articolo 2 della suddetta legge 2007/04 relativamente a particolari tipologie di beni acquistabili dai Fondi comuni, diversi dagli strumenti finanziari.

-I dividendi e gli interessi percepiti dal Fondo in relazione ai suoi investimenti possono essere soggetti a imposte, incluse ritenute alla fonte, nei Paesi in cui sono situati gli emittenti degli investimenti. I Fondi potrebbero non essere in grado di beneficiare di ritenute alla fonte ad aliquote ridotte in base ad accordi sulla doppia imposizione tra Repubblica di San Marino e tali Paesi. I Fondi potrebbero pertanto non essere in grado di recuperare le ritenute alla fonte subite in tali particolari Paesi.

-Con riferimento alla suddetta Legge 15 gennaio 2007, n° 4, art. 3, i proventi e le plusvalenze derivanti dalla partecipazione ai Fondi comuni di investimento di diritto sammarinese, comunque percepiti da soggetti diversi dalle società od enti assimilati, non sono soggetti alle imposte sui redditi ferma restando, laddove applicabile, la ritenuta alla fonte di cui alla Legge 25 maggio 2005 n° 81 (c.d. Euroritenuta).

-I proventi e le plusvalenze percepiti da società od enti assimilati non sono soggetti a ritenute alla fonte e concorrono alla formazione del reddito d’impresa in base a quanto previsto dalla Legge 13 ottobre 1984 n° 91 e successive modifiche ed integrazioni.

-L’imposizione fiscale sugli investitori o sugli aventi diritto dipenderà dalla legislazione fiscale propria della giurisdizione in cui essi sono residenti o domiciliati, dalla cittadinanza e dalla situazione fiscale personale, e sarà suscettibile di cambiamento.

- Esula pertanto dalla disciplina sopra descritta l’eventuale applicazione di ulteriori imposte o tasse previste dagli ordinamenti di altri Stati a carico di Partecipanti al Fondo residenti o comunque soggetti alle disposizioni fiscali di tali ultimi Stati.

-Gli eventi che danno luogo all’applicazione del trattamento fiscale di pertinenza sono tutti i redditi derivanti dalla partecipazione al Fondo, ivi compresi:

a) i proventi distribuiti in costanza di partecipazione al Fondo, laddove ne sia prevista la distribuzione;
b) i proventi compresi nella differenza tra il valore di rimborso, di liquidazione o di cessione delle quote ed il costo medio ponderato di sottoscrizione o acquisto delle quote medesime;
c) i proventi di cui al punto ii derivanti dal trasferimento delle quote a rapporti di custodia, amministrazione o gestione intestati a soggetti diversi dagli intestatari dei rapporti di provenienza, salvo che il trasferimento sia avvenuto per successione o donazione.

- I potenziali investitori devono tener presente che i livelli e le basi dell’imposizione fiscale possono cambiare nel tempo e devono verificare, presso i loro consulenti professionali, le conseguenze che possono derivare dall’acquisto, possesso, rimborso, trasferimento, vendita o conversione di quote di Fondi, o dall’incasso dei relativi dividendi, laddove previsti, in virtù delle disposizioni normative di tutte le giurisdizioni a cui sono soggetti.